Bere il succo di Aloe Vera fa dimagrire?

Si, è vero che l’Aloe Vera aiuta a perdere peso, ma non credere a chi ti promette miracoli.

Se hai bisogno di perdere i chili di troppo, il succo di Aloe, grazie alle sue proprietà depurative e drenanti, ti sarà senz’altro di grande aiuto, ma è un rimedio naturale che funziona solo se abbinato a una buona alimentazione e magari anche a della sana attività fisica.

In questo articolo ti spiegherò perché l’Aloe Vera da bere è un’ottimo coadiuvante alla dieta dimagrante, quale prodotto è meglio scegliere e come assumerlo per ottenere risultati rapidi e duraturi.

Iniziamo.

Perdere peso con l’Aloe Vera. Ecco perché funziona

Ci sono tre buoni motivi per cui l’Aloe Vera è un ottimo rimedio naturale per dimagrire:

  1. Regolarizza la glicemia;
  2. Ha proprietà drenanti;
  3. Regolarizza l’intestino.

Vediamo meglio cosa significa.

1 – L’Aloe Vera regolarizza la glicemia

aloe vera da bere per perdere pesoUna vita troppo sedentaria e l’eccessivo consumo di dolci e di cibi raffinati sono le due principali cause del sovrappeso e dell’obesità, nonché di patologie serie come il diabete e l’aterosclerosi.

Il consumo di questi cibi, ricchi di zuccheri e poveri di fibre, causano un incremento repentino della glicemia e il rilascio altrettanto rapido dell’insulina, l’ormone che ha il compito di trasportare il glucosio dal sangue alle cellule, così che queste lo possano utilizzare per il loro fabbisogno energetico.

Bene, oggi sappiamo che l’iperglicemia (alto indice glicemico) e la conseguente iperinsulinemia (alto indice insulinico) sono i principali responsabili della formazione e dell’accumulo del tessuto adiposo, cioè del grasso sottocutaneo e quindi dell’aumento del peso.

In tal senso il succo di Aloe Vera aiuta a perdere peso, in quanto agisce come regolatore della glicemia.

Ci sono infatti diversi studi [1], [2] che dimostrano come il gel di Aloe Vera, grazie al suo contenuto di glucomannano e fibre idrosolubili, sia efficace come ipoglicemizzante.

Interessante è lo studio condotto in India dal dottor Agarwal, su ben 5.000 persone (di cui 3.167 affetti da diabete) dove si dimostra chiaramente come l’Aloe Vera sia efficace nel ridurre la glicemia, i trigliceridi, il colesterolo cattivo e le problematiche cardiovascolari.

Regolando la glicemia, l’Aloe di fatto riduce la formazione del grasso corporeo.

A tal proposito è bene ricordare che tutte le verdure a foglia verde e anche altre come l’aglio e la cipolla, hanno un effetto di questo tipo.

Per questo motivo è importante consumare le verdure ad ogni pasto e possibilmente ad inizio pasto e non alla fine, come sono abituate un po’ tutte le famiglie italiane.

2 – L’Aloe ha un effetto drenante

Molto spesso il problema del sovrappeso è dovuto anche alla ritenzione idrica, cioè alla tendenza a trattenere liquidi.

Nella maggior parte dei casi il problema è dovuto a una cattiva alimentazione, ricca ad esempio di latticini, salumi e di cibi molto salati, come snack e patatine. Anche lo stress e il fumo possono incidere.

Il succo da bere di Aloe Vera anche in questo caso aiuta a dimagrire, perché ha un effetto drenante sull’organismo, favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

Per lo stesso motivo l’Aloe è un validissimo aiuto anche per chi soffre di cellulite.

3 – L’Aloe regolarizza l’intestino e ti depura

Il motivo principale per cui di solito si assume il succo di Aloe Vera (o meglio ancora di Aloe Arborescens), è per la sua spiccata azione depurativa.

Questa azione si esplica soprattutto a livello intestinale…. non a caso è il rimedio numero uno nella lotta alla stitichezza.

Le sue proprietà lassative e depurative sono dovute soprattutto all’aloina, una sostanza che, tra l’altro, ha anche proprietà antitumorali. Nei primi giorni quest’azione può essere anche abbastanza “marcata”, tanto da ritrovarsi con l’andare in bagno anche più di 3 volte al giorno.

Per questo motivo, specialmente all’inizio, è meglio moderare i dosaggi e non eccedere nel bere il succo di Aloe. In genere sono consigliati 3 cucchiai da minestra al giorno, ma se sei all’inizio ti consiglio di limitarti a 3 cucchiani da caffè, almeno per la prima settimana di assunzione del succo.

Per dimagrire l’alimentazione è alla base di tutto

dieta dimagranteTroppo spesso ci dimentichiamo che siamo, quello che mangiamo.

Se vuoi davvero dimagrire, bere l’Aloe Vera da sola non basta, ma c’è bisogno di un sforzo in più. Non credere a chi ti dice il contrario.

A tal proposito, più che seguire una dieta dimagrante di pochi mesi, di quelle “super restrittive”, ti consiglio di approcciarti in maniera diversa al cibo, imparando a mangiare bene sempre, con un regime alimentare che ti permetta di dimagrire gradualmente nel tempo e di mantenere il giusto peso forma, senza fare sacrifici impossibili e mortificanti.

Lascia perdere le diete ipocaloriche.

E’ già stato ampiamente provato che il conteggio delle calorie è del tutto inutile.

Non è necessario pesare gli alimenti. Per perdere peso è invece essenziale scegliere cibi integrali e ricchi di fibre, con un basso indice glicemico, stando invece alla larga dai prodotti a base di farine raffinate (tipo la pasta e il pane bianco) dai cibi spazzatura, dai fritti e dai dolciumi.

Occhio poi ai latticini, ai salumi e ai cibi molto salati, che tendono a farti trattenere liquidi. Peggio che peggio sono le bibite light, le caramelle e le gomme da masticare con la dicitura “senza zucchero”. Questi prodotti spacciati come dietetici, è vero che non contengono zucchero, ma guardando in etichetta ti accorgerai che contengono delle sostanze chiamate edulcoranti.

Ad esempio l’aspartame, l’acesulfame, il maltitolo, il destrosio, ecc. Sono tutti dolcificanti alternativi allo zucchero, che pur avendo un basso peso glicemico, hanno il grosso difetto di far trattenere liquidi. Inoltre si è scoperto che alcune di queste sostanze, come l’aspartame, sono anche neurotossiche.

Quindi molto meglio starne alla larga.

Per quanto riguarda gli alimenti che più di tutti fanno ingrassare, sono essenzialmente sono quelli con un alto indice glicemico. Ecco un elenco dei “peggiori”:

Alimenti con Indice glicemico altoIG
Sciroppo di mais115
Glucosio, sciropo di glucosio, sciroppo di riso e di frumento.100
Patate fritte, patate al forno, fecola di patate, maltodestrine.95
Farina di riso (non integrale).90
Cornflakes, tapioca, latte di riso, riso soffiato, amido di mais, popcorn, pane in cassetta, panini per hamburger, pastinaca, riso soffiato, gallette di riso.85
Purè di patate75
Datteri, miglio, polenta, riso non integrale, patate bollite senza buccia, cereali zuccherati da colazione, farina di grano bianca, zucchero bianco, zucchero di canna integrale, bibite zuccherate, banane verdi, tacos, melassa.70

Per iniziare a perdere peso può esserti utile iniziare a sostituire il classico primo di pasta con un piatto di riso integrale, o con delle penne al farro, o della quinoa.

Oppure iniziare a mangiare dei legumi con indice glicemico ancora più basso dei cereali.

Infine attenzione alla cena!

Questo dev’essere il pasto più leggero e non deve assolutamente contenere carboidrati, o zuccheri. Quindi a cena niente pasta, niente pane, niente riso, mais, patate, dolci … e niente frutta!

Meglio optare per dei legumi, o delle uova o del pesce, sempre accompagnato da verdure.

Questi ovviamente sono solo alcuni consigli, ma se hai un problema serio di sovrappeso, evita il fai da te ed affidati a un bravo nutrizionista.

Tisane ed erbe dimagranti

tisana per dimagrireIn campo fitoterapico, oltre a bere il succo di Aloe Vera, puoi fare affidamento su alcune piante medicinali con azione complementare al trattamento dietetico.

Si parla principalmente di piante:

  • Con proprietà diuretiche: tisane e/o estratti idroalcolici di piante che facilitano l’eliminazione dei liquidi in eccesso, come la betulla, il tè verde e l’equiseto;
  • Che agiscono sul metabolismo: in particolare la garcinia cambogia, una pianta dell’estremo oriente che contiene acido idrossicitrico, sostanza capace di inibire la citratoliasi citoplasmatica, con conseguente riduzione della sintesi del tessuto adiposo.

Acqua tiepida e limone

Tra le bevande ad azione depurativa e drenante impossibile non citare l’acqua con l’aggiunta del succo di mezzo limone (possibilmente biologico).

Per favorire l’effetto drenante l’acqua dev’essere tiepida, ovvero tra i 36° e i 38°, similmente alla nostra temperatura corporea. Occhio a non scaldare troppo l’acqua, perché sopra i 43° la vitamina C, contenuta nel limone, viene parzialmente distrutta.

Oltre all’azione depurativa, l’acqua e limone aiuta a rafforzare le difese immunitarie e ha un effetto regolatore sull’intesitno.

Questa bevanda andrebbe assunta tutti i giorni, la mattina a stomaco vuoto, 15-20 minuti prima di fare colazione.

Come assumere al succo di Aloe per dimagrire

Il succo di Aloe andrebbe assunto ciclicamente, almeno una volta all’anno, o ancora meglio due volte nell’arco di un anno.

Nulla comunque ti vieta di assumerlo anche 3, 4, 5 volte o anche di più. L’importante è rispettare due settimane di pausa tra l’assunzione di una confezione e l’altra.

Dosaggi

Il succo di Aloe Vera (o Arborescens) va assunto tutti i giorni, per tre volte al giorno, mezz’ora prima dei pasti.

E’ importante, ricordati che per avere un’azione dimagrante efficace il succo di Aloe va assunto prima e non dopo i pasti.

Quale prodotto scegliere?

aloe arborescens succo da bereFin’ora abbiamo parlato di Aloe Vera, ma in realtà la varietà di Aloe dotata di maggiori proprietà terapeutiche è l’Aloe Arborescens.

Per avere il massimo dei benefici è consigliabile coltivare una pianta a casa, che abbia almeno 4 anni di età e che sia stata coltivata biologicamente e al sole, possibilmente lontano da zone inquinate.

Come preparare il succo di Aloe a casa

Per preparare il succo di Aloe ti consiglio di seguire la ricetta di Padre Romano Zago, dove oltre all’Aloe si utilizza del miele e un po’ di grappa. Sia il miele, che la grappa sono fondamentali per assicurare un corretto assorbimento dell’aloina e di altri nutrienti presenti nel gel e nella buccia di Aloe.

Ti serviranno:

  • 500 g di foglie di Aloe Arborescens;
  • 300 g di miele biologico;
  • 2 cucchiai di grappa.

La ricetta originale prevende l’utilizzo di più miele e meno Aloe, ma dato che l’obiettivo è quello di perdere peso, ti consiglio di utilizzare meno miele, proprio perché il miele contiene molti zuccheri.

Le foglie di Aloe vanno raccolte al momento, possibilmente quando la luce del sole è bassa, vanno poi pulite con un panno umido (non lavarle!) e in fine vanno tolte le spine ai lati, tagliate a pezzettoni e messe nel frullatore insieme al miele e alla grappa.

Frulla tutto per 1-2 minuti e quel che otterrai è un succo verde scuro, che andrà travasato in un recipiente di vetro da mantenere in frigorifero. Si conserva per circa un mese/ un mese e mezzo.

Dove comprare il succo di Aloe

Non tutti hanno la possibilità, il tempo, o la voglia di prepararsi il succo di Aloe a casa.

Per fortuna ci sono agricoltori italiani, che producono succhi di Aloe freschi e biologici e su commissione.

Tra questi ti consiglio l’azienda agricola Erbe di Mauro, che coltiva biologicamente piante di Aloe Vera e di Aloe Arborescens in aperta campagna, tra le colline di Fermo.

I succhi vengono prodotti su ordinazione, la mattina presto, prima del sorgere del sole e vengono spediti in giornata, garantendo la massima freschezza. Tutti i succhi di Aloe dell’azienda Erbedimauro sono 100% biologici e naturali, senza zuccheri o conservanti aggiunti.

Puoi ordinare i succhi di Aloe direttamente sul sito web: www.erbedimauro.it

succo di aloe arborescens dove comprarloSucco di Aloe Arborescens, miele e grappa
Fornitore: Azienda Agricola Erbedimauro
Provenienza: Italia
Prezzo: 34 € (Iva inclusa)

SCOPRI

Succo di Aloe Vera, senza aloina

Se hai problemi infiammatori all’intestino, come sindrome del colon irritabile, colite, diverticolite, morbo di Crohn, o colite ulcerosa, ti consiglio vivamente di evitare l’assunzione di succhi di Aloe che contengono aloina.

Questo perché l’aloina ha una forte azione lassativa e può irritare ulteriormente un colon già di per se infiammato.

Sempre sul sito dell’azienda agricola Erbe di Mauro trovi la versione senza aloina del succo di Aloe Vera da bere:

gel aloe vera dove si compraPuro succo di Aloe Vera concentrato, senza aloina

Produttore: Azienda Agricola Erbedimauro
Confezione da 500ml
Prezzo: 47 €

SCOPRI

Potrebbe interessarti

Che differenza c’è tra l’Aloe Vera e l’Aloe Arb... Cos'è che differenzia l'Aloe Vera dall'Aloe Arborescens?Nel Mondo esistono oltre 350 varietà di Aloe, tutte piante che fanno parte della grande famiglia delle Aloacee. Le due varietà in assoluto p...
Gel di Aloe Vera per la salute dei Capelli. Proprietà e come util... L'Aloe Vera può essere utile anche per migliorare la bellezza e la salute dei capelli?Quasi tutti conoscono il gel di Aloe Vera per la sua azione rinfrescante e antinfiammatoria nei confronti de...
Come eliminare l’acne e i brufoli con l’Aloe Vera L'Aloe Vera è senz'altro uno dei rimedi naturali più efficaci per eliminare l'acne, i brufoli, i punti neri, le cicatrici e tutti quegli inestetismi che possono deturpare la pelle del viso, o di altre...
Gel di Aloe Vera per la cura del Viso: benefici e guida all’... Il gel di Aloe Vera è uno dei rimedi naturali più utilizzati per mantenere la pelle del viso sempre giovane, idratata ed elastica. In questo articolo scoprirai i benefici, come preparare il gel di alo...
Aloe Vera Benefici: Cura della pelle, stitichezza e sistema immun... Per i suoi innumerevoli benefici, l'Aloe Vera è conosciuta e utilizzata da più di 5.000 anni dalle civiltà di tutto il Mondo, partendo dall'Asia, passando per l'Europa e l'Africa, fino ad arrivare nel...
Migliore succo di Aloe Vera in commercio. Guida all’acquist... L'articolo che ti appresti a leggere è una pratica guida alla scelta del migliore succo di Aloe Vera in commercio. Scoprirai dunque i requisiti fondalmentali che il prodotto deve rispettare affinché p...
[index]
[index]